informazioni
Tu sei qui: Notizie

Le nostre notizie del settore

LEVIGATRICE PER MURI

E-mail Stampa PDF

 

gggg_CopiaLa levigatrice per muri a collo lungo,chiamata anche "giraffa", si propone come la soluzione ideale per lavori di rifinitura interna, lisciatura, carteggiatura e raschiatura di vecchie pitture. Una volta per levigare la parte superiore delle pareti e i soffitti era necessario una scala o un trabattello oggi invece basta l'ausilio della levigatrice per muri che permette di lavorare da terra con l'impiego di pochissimo tempo e pochissima fatica.
La levigatrice per muri è dotata di una testa di levigatura di grandi dimensioni sulla quale si applica la carta abrasiva con il sistema a strappo. La testa è posta su un supporto cardanico che si adatta ad ogni inclinazione della superficie.
Leggi tutto...

FORNO PROVE COLORE

E-mail Stampa PDF

immagine_forno_a_ceramica_infrarossoIl forno per prove colore denominato forno a ceramica infrarosso airplus colad 9325 nasce per una colorimetria perfetta ottenuta in qualche minuto. Applicato il colore su un supporto metallico (test kard) e poi messo nel forno per prove colore i tempi d'attesa per l'essicazione si riducono notevolmente rendendo  la prova colore più efficace e  attendibile.
Il forno prove colore è studiato appositamente per testare i colori tradizionali a base solvente ed i colori di nuova concezione a base acqua.

Leggi tutto...

PULIZIA E MANUTENZIONE AEROGRAFI

E-mail Stampa PDF

immagine_articolo_pulizia_aerografiPromomeria per un'ottima cura della pistola di verniciatura.
Il buon funzionamento di una pistola a spruzzo passa attraverso la sua pulizia e la sua manutenzione che deve essere effettuata al termine d'ogni oprazione di verniciatura con attenzione e dedizione. Il mal funzionamento, per esempio, è spesso cuasato da una scarsa pulizia (colore secco nell'ago dell'aerografo) o una scarsa lubrificazione (guarnizioni secche).
Questi due passaggi non devono essere nè sottovalutati nè rimandati.
Di seguito vengono descritti,passo dopo passo, tutti gli step che assicurano lunga vita all'aerografo (smontaggio-pulizia-montaggio-lubrificazione).
Per prima cosa si effettua una pulizia grossolana introducendo nel serbatoio dell'aerografo  del solvente (se si è verniciato con prodotti  a base solvente) opuure dello sgrassante all'acqua (se si è verniciato con prodotti a base acqua), tutto questo per eliminare la parte più consistente del colore.

Leggi tutto...

LE BOMBOLETTE SPRAY

E-mail Stampa PDF

sprayLa prima bomboletta spray fu inventata dal chimico norvegese Erik Rotheim che vendette poi il brevetto ad un'azienda statunitense. Inizialmente non riscosse un grande successo ma con l'applicazione delle bombolette spray nella seconda guerra mondiale, come insetticida (nel specifico contro gli insetti di portatori di malaria), si aprirono le porte di un mercato mondiale senza confini ed iniziò a diffondersi ovunque con sempre maggiori applicazioni. Nel 1949 venne introdotta per la prima volta nelle bombolette spray della vernice.

Leggi tutto...

LE PITTURE SILOSSANICHE

E-mail Stampa PDF

immagine_articolo_le_pitture_silossaniche_villa_rotondaCon le pitture silossaniche si affacciano sul mercato nuovi sistemi di protezione delle facciate degli edifici con risulati eccezionali.
Il mercato ormai povero di idee, sebbene con prodotti ad alte prestazioni ma con determinate specifiche, offre con le pitture silossaniche nuova linfa vitale.
Le pitture silossaniche racchiudono in se un po' tutte le caratteristiche dei prodotti attualmente venduti. In particolar modo i due fattori fondamentali che gli utilizzatori finali, gli architetto ed i proprietari di casa richiedono: la traspirabilità e la idrorepellenza.

Leggi tutto...

IL RESTAURO DEGLI EDIFICI

E-mail Stampa PDF

immagine_articolo_il_restauro_degli_edifici_vicenzaUna particolare attenzione al rstauro degli edifici ha stimolato studi ed aggiornamenti dei prodotti o dei cicli di verniciatura e di trattamento preventivo di facciate o di interni, per garantire nel tempo risultati eccellenti ed interventi di manutenzione molto limitati.
Il restauro degli edifici, sino alla fine degli anni '70 era realizzabile con pitture a calce, che erano le uniche a garantire altissima traspirabilità e diffusività degli intonaci, permettendo un continuo scambio di vapore dall'interno verso l'esterno evitando la formazione di condensa e muffe all'interno degli edifici.

Leggi tutto...

Pagina 9 di 14