informazioni
Tu sei qui: Notizie LE CREPE

LE CREPE

E-mail Stampa PDF
IMMAGINE_ARTICLO_LE_CREPESigillatura e impermeabilizzazione delle facciate. Ciclo elastomerico.
Il mercato del risanamento, del recupero e della manutenzione dei manufatti nuovi con superfici ad intonaco, in cemento, mattoni a vista, kinkler, pietra, ecc... è alla costante ricerca di prodotti che risolvano in maniera definitiva, durevole e con ottimo aspetto di finitura il problema delle crepe, delle fessurazioni statiche e dinamiche che quotidianamente osserviamo sulle facciate esterne e sulle pareti interne di moltissime costruzioni.
Il problema delle crepe deve essere affrontato con soluzioni professionali e definitive per qualsiasi tipo di facciata. Se non si interviene tempestivamente, le possibili infiltrazioni d'acqua, a causa della presenza di crepe o fessurazioni, sia nell'intonaco che nel film delle pitture decoratie già applicate, comporterebbero il precoce daneggiamento  e invecchiamento dell'intonaco compromettendo anche il valore dell'immobile.
Le crepe vanno quindi trattate nel seguente modo:
pulizia completa della lesione anche mediante interventi meccanici. Occorre pulire completamente e rimuovere le parti incoerenti creando una sezione a V;
riempimento e sigillatura delle crepe con un stucco elastico;
applicazione di una mano di isolante alcale resistente per aumentare l'ancoraggio dei prodotti successivi e uniformizzare gli assorbimenti;
applicazione di una prima mano molto viscosa di pittura elastomerica con successivo e immediato annegamento di una rete per cavillature;
applicazioni di altre due mani di colore elastomerico per mascherare totalmente la rete e crare uno spessore idoneo a contenere le crepe,
Il ciclo elastico, mediante l'utilizzo di pitture elastomeriche, ha anche la funzione di proteggere le pareti dalle piogge rendendo le facciate idrorepellenti pur permettendo la traspirazione. Le protegge dall'invecchiamento anche nelle condizioni più severe conservando nel tempo le caratteristiche di elasticità anche a temperature particolarmente basse.
E' smacchiabile, si pulisce facilmente ed è resistente al lavaggio, non assorbe lo sporco.
Con le pitture elastomeriche è quindi possibile ricoprire crepe, fessurazioni, porosità con una pellicola eccezionalmente elastica che evita il riformarsi di tali fenomeni che puntualmente si verificano con le pitture tradizionali.