• Home
  • I COLORI E LE NORME – CAPITOLO 3

I COLORI E LE NORME – CAPITOLO 3

COPERTURA E RISOLUZIONE DI CONTRASTO

pittura-COPRENTECondizione essenziale per un prodotto verniciante è che abbia la capacità di coprire, quindi di restituire all’occhio una superficie uniforme del colore scelto, qualsiasi sia la condizione di tinta e di contrasto del supporto su cui viene applicato.

Che cos’è il contrasto? Il contrasto in un’immagine è la differenza di luminosità tra il punto più luminoso e il punto più scuro.
La luminosità di questi punti viene indicata misurando la percentuale di riflessione della luce in un dato punto: su una scala da 0 a 100 lo 0 indica il nero (0% riflessione) e il 100 indica il bianco (100% riflessione).

Le norme che regolano il livello di copertura dei prodotti vernicianti in Italia sono la Uni 10795 e la  Uni En 13300, di cui abbiamo già parlato per la lavabilità. Entrambe le norme definiscono la copertura in base al Rapporto di Contrasto.
La prima stabilisce che il rapporto di contrasto sia misurato in conformità alla norma Uni Iso 3905, mentre la seconda stabilisce che sia misurato in conformità alla norma Iso 6504-3.
In entrambi i casi la procedura è molto simile: una quantità prestabilita di prodotto viene stesa su un cartoncino di riferimento, su cui sono presenti bande nere e bianche affiancate.
Dopo aver atteso il periodo di asciugatura e reticolazione del prodotto, come riportato in scheda tecnica, si procede a misurare la percentuale di riflessione del colore sopra un’area precedentemente bianca (Rw) e sopra un’area precedentemente nera (Rb).
Ottenuti questi due dati si procede al calcolo del Rapporto di Contrasto (Rc) in percentuale (Rb/Rw)x100.
Questo rapporto definisce la differenza tra le due percentuali di riflessione: più è vicino a 100, più la riflessione è simile e quindi più il prodotto è coprente. Dove le due normative differiscono è nella definizione delle classi di copertura.CONTRASTOLa Uni 10795 indica:
Copertura Ottima: Rc maggiore o uguale a 99;
Copertura Buona:  Rc maggiore o uguale a 98, minore di 99;
Copertura Insufficiente: Rc minore di 98;

La uni EN 13300 indica:
Copertura in Classe 1: Rc maggiore o uguale a 99,5;
Copertura in Classe 2: Rc maggiore o uguale a 98, minore di 99,5;
Copertura in Classe 3: Rc maggiore o uguale a 95, minore di 98;
Copertura in Classe 4: Rc minore di 95.

E’ importante tenere conto del fatto che la copertura è sempre strettamente correlata allo spessore del film di pittura applicato, quindi quest’ultimo fattore è fortemente indicativo della qualità del prodotto che si sta esaminando. Lo spessore considerato “standard” è di di 25 – 30 µm, corrispondente a una resa di 20mq/litro: a questi spessori è estremamente difficile, se non impossibile, che una pittura in emulsione rientri in classe 1/Copertura Ottima, per cui le aziende produttrici si trovano a dover gestire con attenzione i valori di Classe di Copertura e di Resa da indicare in scheda tecnica. Per concludere, quindi, se vogliamo capire fuori da ogni dubbio quale delle pitture che ci vengono proposte sia effettivamente la più coprente, dovremo confrontarne non solo la classe di copertura, ma anche la resa.

Novacolor S.N.C. | Viale Riviera Berica, 605 - 36100 Vicenza - Italia | P.I. 02152760241 | Fax 0444 533864
Admin | by Evisole Web Agency | Informazioni | Mappa del sito | Privacy e cookie